L’ultima edizione dell’OMC – Offshore Mediterranean Conference & Exhibition – che si è tenuta a Ravenna dal 27 al 29 Marzo 2019 è stata un “vero successo”, così ha detto Enzo Titone, chairman dell’evento.

Quest’anno i visitatori registrati sono stati ben 23.400, un record per la manifestazione internazionale dedicata all’energia che si svolge nella città romagnola fin dal 1993.

“Come organizzatori – ha dichiarato Titone – siamo molto soddisfatti di questa edizione sia per la presenza di 600 aziende espositrici sia per il numero di visitatori. Ma ciò che ci soddisfa maggiormente è la qualità dei rapporti instaurati tra visitatori ed espositori che lasciano prevedere una continuità di relazioni nel tempo”.

L’OMC 2019 è stata l’occasione perfetta per far conoscere ed approfondire tematiche importanti sull’uso dell’energia da fonti rinnovabili e sulla transizione energetica che nel prossimo futuro riguarderà anche l’industria dell’Oil&Gas e del settore energetico in generale.

Importante l’annuncio del sottosegretario allo Sviluppo Economico Davide Crippa che durante il suo intervento al panel The development of advanced technologies: new business opportunities in the Mediterranean ha annunciato che “il Governo metterà in campo strumenti di incentivazione per lo sviluppo dell’energia da fonti rinnovabili”.

In questa edizione dinamica e dal carattere altamente internazionale dell’OMC sono anche emersi chiaramente gli sforzi e l’attenzione di tutti quelli che lavorano nel settore nei confronti dei temi della digitalizzazione dei processi industriali e dell’automazione smart, argomenti strettamente legati alla tutela dell’ambiente ed alla sicurezza delle persone e delle infrastrutture.

Importanti novità sono state presentate anche in ambito economico e fiscale, tra cui le agevolazioni che alcune istituzioni governative metteranno presto a disposizione delle aziende del settore, i servizi di attestazione dei requisiti per l’accesso ai benefici fiscali dell’iper-ammortamento, quelli per la  valutazione dei rischi di business continuity e quelli per la certificazione dei sistemi di asset management o la valutazione di sicurezza delle interfacce innovative uomo-macchina.

Non solo, Tüv Italia, ente indipendente di certificazione, ispezione, testing, collaudi e formazione, ha presentato per la prima volta all’OMC 2019 la certificazione delle competenze di quattro figure professionali (il Machinery Innovation expert, gli addetti alle prove non distruttive, gli addetti alla sicurezza funzionale e gli addetti alla manutenzione), essenziali per snellire i processi aziendali e garantire maggiore sicurezza e qualità ai clienti.

Per noi di QOC Solutions, l’OMC 2019 è stata una splendida occasione per far conoscere l’azienda agli addetti ai lavori nel ramo Oil&Gas, approcciarci a nuove realtà del campo, scoprire tante novità e prendere parte a meeting, speech e workshop guidati dalle più grandi personalità del settore.

Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti coloro che si sono dimostrati interessati ai nostri prodotti e che hanno visitato il nostro stand.

error: Content is protected !!